Quando si parla di sicurezza informatica aziendale non bisogna trascurare nulla, neanche la rete WiFi, che oltre ad essere stabile, sicura e veloce dev’essere anche monitorata e protetta.

Perché non basta installare il router?

L’installazione del router è solo il primo passo per avere un WiFi aziendale efficiente.
Una delle prime cose da verificare è che la rete arrivi correttamente in ogni parte della struttura: in questo modo i tuoi dipendenti non dovranno sopperire a eventuali cali di connessione con router personali, come ad esempio l’hotspot del proprio cellulare, che possono compromettere tutta la sicurezza IT.
Non dimenticare però che ti può capitare, soprattutto se lavori in smart working, di connetterti alle risorse dell’ufficio da una rete domestica. Per proteggere anche questi accessi esterni puoi adottare la protezione dei DNS, un sistema in grado di filtrare i contenuti di qualsiasi tua rete, per bloccare le minacce prima che entrino.

Infine il router, come tutti i dispositivi, dev’essere sempre aggiornato e deve essere protetto con una password sicura per evitare attacchi.

Come posso condividere la rete con i miei clienti?

Condividere il WiFi con i tuoi clienti è ormai la norma, ma bisogna tenere a mente che l’accesso dedicato agli ospiti deve essere diviso dall’accesso usato dai dipendenti: solo in questo modo potrai evitare che i tuoi clienti finiscano nelle risorse aziendali e cancellino inavvertitamente parte dei tuoi dati!
In più, diversificando gli accessi, puoi far atterrare i tuoi visitatori su una landing page personalizzata dove, oltre a far accettare tutte le informative sulla privacy, potrai raccogliere dati utili per le tue operazioni di marketing a costo (quasi) zero.

Ricorda che questa rete “aggiuntiva” non può essere lasciata indifesa. Come tutto ciò che fa parte della tua azienda va monitorata e protetta, per evitare possibili minacce.