Perché dobbiamo monitorare e mantenere aggiornati i nostri dispositivi di rete (server, computer, firewall, router...)?

Perché tutto ciò che è collegato alla rete deve essere gestito al meglio, altrimenti ci si espone a vulnerabilità. Non possiamo dimenticare nulla, inclusi l’access point e gli applicativi web (siti internet e gestionali).

Ma come possiamo mantenere i dispositivi di rete sempre al top?

Per prima cosa, utilizziamo dei sistemi che ci permettano di verificare se il loro funzionamento è sempre ottimale o se hanno dei disservizi a livello di hardware e software. Poi, concentriamoci sulle vulnerabilità: facciamo dei controlli periodici per verificare se i sistemi siano aggiornati dal lato software e non presentino dei punti di debolezza.
I tanti dispositivi che compongono una rete devono essere configurati sempre in modo sicuro e aggiornati. E tutti i software devono essere a posto. Lanciamo dunque delle scansioni in locale e in remoto che verifichino periodicamente se i sistemi sono a posto. Nel caso vengano rilevate delle vulnerabilità di basso, medio o alto livello, bisogna valutare come intervenire per risolvere il problema.

È necessario monitorare anche l’hardware, di modo che funzioni in modo corretto, sia in cloud sia in locale. Esistono dei sistemi RMM che inviano in automatico degli alert e ci avvisano se si verifica un malfunzionamento o se è necessario un aggiornamento. Tutto ciò deve andare di pari passo con analisi periodiche da parte di un professionista qualificato.

Ecco come mantenere sempre efficiente il proprio parco macchine, sia in cloud sia in locale.